Progetto Benessere

LA SOLIDARIETA’ e L’AMICIZIA

IL MAGO DI OZ

THE WIZARD OF OZ

CLASSE 3° PRIMARIA

A.S. 2010-2011

PREMESSA

Il progetto benessere che verrà svolto all’interno di questa classe svilupperà i temi dell’ amicizia e della solidarietà, aspetti contingenti in seguito all’inserimento di due nuove alunne, in quanto le dinamiche di relazione che erano tipiche del gruppo classe hanno subito delle spontanee variazioni.

Si è scelto di “calare” il benessere in termini di amicizia, attraverso momenti di conoscenza reciproca, di conversazione, di gioco e di lavoro insieme si scopre che a scuola ci sono nuove amiche e che stare insieme è bello e divertente.

Le insegnanti insieme alle alunne hanno operato affinché l’accoglienza e l’integrazione delle bambine nuove avvenisse in modo positivo e sereno.

FINALITA’

Gli obiettivi che si intendono raggiungere affronteranno l’amicizia e la solidarietà tematiche pertinenti all’ambiente scolastico ed extrascolastico.

Il percorso che sarà affrontato con le alunne svilupperà il concetto di benessere in senso ampio, stare bene con se stessi, stare bene con gli altri, in famiglia, a casa, con gli amici.

Saranno affrontate discussioni riguardanti i luoghi del benessere, dove e perché stiamo bene, successivamente gli stati d’animo che ci procurano il benessere.

Il punto di partenza è: “ perché essere amiche? ”

la risposta alla quale si vuole arrivare sarà “ perché mi fa stare bene “.

Il progetto quindi si pone l’obiettivo di dare delle indicazioni pratiche circa le buone prassi per essere persone solidali a scuola, ma anche nella vita.

Le alunne saranno stimolate ad esprimere le motivazioni che le spingono ad essere amiche, per renderle consapevoli dei vantaggi o svantaggi dell’agire in tal senso.

Scontato sottolineare che le esperienze concrete del vivere in classe sono costantemente spunto per ampliare il concetto di benessere.

METODOLOGIA E TEMPI

La meta educativa all’interno di questo progetto viene affrontata interdisciplinariamente e per l’intero anno scolastico.

Le metodologie adottate saranno molteplici e adattate alle diverse materie scolastiche.

Il conseguimento degli obiettivi educativo-didattici passa attraverso l’effettuazione di scelte metodologiche che privilegiano linee di intervento connotate da:

- attività ludica

  • operatività concreta
  • aderenza alle conoscenze ed esperienze pregresse
  • valorizzazione del vissuto personale
  • strategie di lavoro di gruppo (tutoring, cooperative learning)
  • utilizzo di sussidi audiovisivi e multimediali
  • percorso filmico psicologicamante orientato

Particolare attenzione viene data alla Narrativa Psicologicamente Orientata ( N.P.O ) con la lettura del libro il “Mago di Oz”, attraverso la drammatizzazione, il circle time e l’ascolto attivo si dà voce al vissuto emotivo delle bambine, alle emozioni positive e negative e si indicano i comportamenti positivi, corretti e psicologicamente sani.

Nel libro “il mago di Oz” i personaggi diversi tra loro sono disposti alla solidarietà, riescono a superare difficili situazioni.

Ognuno di essi trova il successo perché ha ascoltato, nelle sue scelte, le ragioni del cuore.

OBIETTIVI DIDATTICI E PEDAGOGICI

- Analisi delle azioni che implicano il benessere contestualizzandole nelle varie materie:

  • italiano
  • inglese
  • storia e geografia
  • arte immagine
  • ed. motoria
  • musica
  • scienze
  • informatica

- Arricchimento del vocabolario linguistico ( solidarieta’, egoismo, altruismo, ecc.)

- Ascolto e visione della fiaba in italiano e in lingua inglese

- Stimolare la fantasia, la creatività e le attività espressivo-manuali

- Ascolto e memorizzazione delle canzoni del racconto

- Role-playing (gli stati d’animo di Dorothy, i comportamenti altruistici dei suoi amici, ecc)

On settembre 1st, 2011, categorie: Primaria, Progetti di admin