Potenziamento Musica – Progetto Pinocchio

“Progetto Pinocchio” per le  classi III-IV-V primaria.

a cura dell’ Insegnante Silvia Pighi

PRESENTAZIONE

Il progetto “Pinocchio”, promosso dalla Rete “Educare alla musica con la musica – Verona: una città per la musica” del Comune di Verona, è uno spettacolo musicale prodotto dall’Orchestra Giovanile Veronese, rivolto agli allievi della scuola primaria.

L’opera, composta dal M° Giannantonio Mutto su testo di Valentino Perera, è ispirata al capolavoro di Collodi  “Le avventure di Pinocchio”, storia emblematica della crescita personale di ogni bambina e bambino.

Il progetto intende offrire la possibilità alle alunne di partecipare allo spettacolo finale, come pubblico “competente”, per aver approfondito con esperti ed autori gli elementi costitutivi dello spettacolo e come parte attiva, per aver preparato alcuni dei brani corali previsti nella rappresentazione.

STRUTTURA DEL PERCORSO

Sono previsti tre incontri di attività corale con un esperto per preparare alcuni brani da eseguire durante la rappresentazione; gli incontri si svolgeranno a scuola, in orari concordati tra l’esperto e l’insegnante referente. E’ previsto inoltre un successivo incontro, sempre in ambiente scolastico, con gli autori in preparazione alla visione della rappresentazione teatrale.

Lo spettacolo finale, realizzato dall’Orchestra Veronese con la regia del Teatro dei Vaganti, si è tenuto il 19 marzo 2013 al Teatro Camploy.

In questa occasione il coro formato dalle bambine, guidato dall’orchestra, ha partecipato alla rappresentazione teatrale cantando dalla platea.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il progetto “Pinocchio” è un’esperienza didattico-musicale il cui scopo è la promozione del benessere dello studente a scuola attraverso varie attività legate alla musica. L’obiettivo primario è inoltre quello di avvicinare le bambine alla musica, uno dei massimi valori espressi dall’umanità, fondamentale per la loro formazione e di contribuire così al loro benessere psicologico. Attraverso la musica le alunne potranno raggiungere infatti un contatto più importante: quello con la bellezza.

Un filosofo medioevale diceva che “noi siamo quelli che siamo, culturalmente, intellettualmente grazie al patrimonio di valori allestito su di noi, anno dopo anno, secolo dopo secolo da chi ci ha preceduto”. Lo spettacolo teatrale è uno di questi valori, è la rappresentazione più completa del “BELLO IN MUSICA”, è parola, quadro e musica in un’opera sola, è il compendio magico di tutte le arti ed è un dovere di tipo educativo far conoscere e tramandare alle nuove generazioni questo grande valore. Lo spettacolo teatrale serve a conoscere altrettanti modi di guardare il mondo, la realtà e noi stessi e la musica diventa “la via per la bellezza”. La rappresentazione teatrale stimolerà le bambine ad una riflessione su che cosa è la musica e sul bello nei suoi vari aspetti . Il percorso che dovranno affrontare in classe in preparazione allo spettacolo inoltre farà in modo che le alunne arrivino a teatro con una coscienza più completa del processo che è stato necessario per realizzarlo e, avendo potuto ascoltare più volte alcuni brani musicali, con una capacità di ricezione superiore a quella degli ascoltatori “distratti” e sempre “di corsa” del giorno d’oggi.

OBIETTIVI DIDATTICI

L’obiettivo principale dell’attività sarà quello di fornire alle alunne una conoscenza approfondita delle nozioni sulla tecnica del canto e sulla corretta modalità di respirazione, ciò attraverso l’immediata pratica vocale. La bambina imparerà quindi ad esprimersi correttamente con il canto, potrà migliorare il proprio senso critico ed ampliare le proprie conoscenze attraverso l’esperienza diretta. L’apprendimento delle parti corali comporterà infatti una preparazione tecnico-vocale che non solo aiuterà lo sviluppo della personalità di ogni singola alunna, ma potenzierà anche la consapevolezza di sé.

Gli obiettivi specifici della disciplina musicale prevedono pertanto:

-        l’acquisizione di una corretta tecnica di emissione vocale;

-        il consolidamento del canto per imitazione;

-        la conoscenza della modalità corretta di respirazione;

-        l’utilizzo consapevole dello strumento vocale sia nella forma parlata che cantata;

-        la gestione della propria intonazione di voce;

-        la capacità di sincronizzare il proprio canto con quello degli altri componenti del coro;

-        saper riconoscere il proprio ruolo all’interno del coro;

-         seguire le indicazioni del direttore.

On aprile 2nd, 2013, categorie: Comunicazioni, Eventi, Genitori, Primaria, Progetti di admin